L'INCESTO SPIEGATO AI NOSTRI FIGLI

Dalla Bibbia:”Poi Lot partì da Zoar e andò ad abitare sulla montagna, insieme con le due figlie perché temeva di restare in Zoar, e si stabilì in una caverna con le sue due figlie. Ora la maggiore disse alla più piccola: -Il nostro padre è vecchio e non c'è nessuno in questo territorio per unirsi a noi, secondo l'uso di tutta la terra. Vieni, facciamo bere del vino a nostro padre e poi corichiamoci con lui, così faremo sussistere una discendenza da nostro padre-. Quella notte fecero bere del vino al loro padre e la maggiore andò a coricarsi con il padre; ma egli non se ne accorse, né quando essa si coricò, né quando essa si alzò. All'indomani la maggiore disse alla più piccola: -Ecco, ieri io mi sono coricata con nostro padre, facciamogli bere del vino anche questa notte e va' tu a coricarti con lui; così faremo sussistere una discendenza da nostro padre -". GENESI 19.30-34
Partendo da questo passo della Bibbia gli autori spiegano come è stata utilizzata la pratica dell'incesto nelle economie del medio-oriente antico a fini economici e non libidinosi.
Credendo fortemente nella pratica dell'incesto finanziario i due coniugi (condannati all'ergastolo per millantato credito, sodomia intellettuale, e forse fisica) spiegano ai loro figli Aria e Nittosantapaola, come giustificare “le pratiche incestuose veterotestamentarie” a fini prettamente non utilitaristici e per il bene della società.
Nozioni tecniche, grande lezione di etica e complicate teorie economico-morali che spaziano da Keynes a Caffè, da Fisher a Smith, da Hitler a Geova, da Heidegger a Gillo Pontecorvo fanno di questo saggio una pietra miliare nel campo dell'economia non convenzionale applicata ai paesi senza futuro, nuova branca della finanza ancora poco conosciuta in Europa.


L'INCESTO SPIEGATO AI NOSTRI FIGLI
ACCURSIO MUSCARNERA EDITORE
8659 pag. 56.00€